Il Consorzio di tutela del formaggio Piave DOP festeggia i suoi primi 5 anni

Si è appena concluso per il Consorzio di Tutela del formaggio Piave DOP il quinto anno di attività, iniziata a fine 2010. Lo scopo dell’ente è quello di promuovere e tutelare il formaggio Piave DOP, prodotto che la Comunità Europea ha designato come a “Denominazione di Origine Protetta”. L’ambito riconoscimento europeo certifica il forte legame che lega il formaggio al territorio che lo ospita e alla sua storia, fatta di piccole latterie turnarie di montagna.
L’ unico formaggio DOP bellunese deve pertanto la sua unicità al territorio della provincia di Belluno. Un territorio montano che ne fornisce le caratteristiche peculiari di aroma e sapore, grazie alle caratteristiche infiorescenze che crescono nei pascoli ai piedi delle Dolomiti Bellunesi e che contribuiscono al foraggio con cui le mucche, esclusivamente di razza bruna alpina, pezzata rossa e pezzata nera, si nutrono. L’uso di latte esclusivamente bellunese, ottenuto dalle tre razze bovine sopracitate, assieme alla lavorazione e stagionatura che avvengono rigorosamente in provincia di Belluno sono tra le caratteristiche che il disciplinare di produzione definisce come imprescindibili per la produzione dell’originale Piave DOP.
La DOP bellunese negli ultimi anni, grazie anche al prezioso lavoro del Consorzio di Tutela, è cresciuta molto in termini di diffusione e popolarità. Basti pensare che ad oggi, per far fronte alle richieste dei consumatori, ne vengono prodotte circa 370.000 forme l’anno e che il Piave DOP è facilmente reperibile in più di 30 paesi nel mondo, tra cui Stati Uniti, Canada e Germania. L’instancabile attività del Consorzio ha portato il formaggio Piave DOP ad essere presente ad importantissime manifestazioni nazionali ed internazionali, tra le quali citiamo “Cheese”, la fiera di Slow Food dedicata al mondo dei formaggi, oltre che all’Expo di Milano nel padiglione “Cibus è Italia”. L’eccellenza e il sapore unico del Piave DOP lo hanno portato anche a ricevere dei prestigiosi riconoscimenti, come diverse medaglie e premi in concorsi internazionali come il “World Cheese Awards”, il “Global Cheese Awards”, il “Superior Taste Award” e italiani, come il “Caseus Veneti”. Nel 2014 infatti il Piave DOP è stato eletto “Miglior formaggio del Veneto”, oltre a ricevere le “4 forme”, la valutazione più alta nella recentissima guida ai formaggi italiani redatta dal massimo esperto gastronomico Alberto Marcomini.
Oltre alla promozione, in questi primi cinque anni il Consorzio di Tutela ha bloccato anche diversi tentativi di imitazione, identificando e fermando la distribuzione di formaggi che, pur non avendo niente a che vedere con l’originale formaggio “Piave DOP”, ne sfruttavano la popolarità del nome e venivano proposti al consumatore in maniera fraudolenta. Quest’attività di tutela è molto importante, in quanto protegge il consumatore e gli permette di essere sicuro che, portando in tavola il formaggio “Piave DOP”, sta mangiando un formaggio genuino e autentico, prodotto secondo rigide regole che ne garantiscono la qualità, il gusto e la salubrità.
Redatto il bilancio del primo lustro di attività, le iniziative del Consorzio continuano e guardano sempre di più al di fuori del Nordest e verso l’Estero. Sono infatti previste una serie di attività promozionali e di partecipazioni ad eventi che contribuiranno a dare ancora più visibilità ad un formaggio, il Piave DOP, il cui sapore pieno e fruttato si dimostra essere sempre più apprezzato dai consumatori di tutto il mondo.

piave2012_372